ULTIME NEWS

sabato 12 aprile 2014

Perché siamo orgogliosamente indipendentisti!




Gli arresti dei secessionisti veneti rischia di essere la miccia che accenderà definitivamente il fuoco contro il regime centralista italiota. Dopo oltre 150 anni di vili menzogne e bugie, sembra che finalmente stia per arrivare il tanto agognato momento della resa dei conti con una classe politica mafiosa, vigliacca e criminale che non ha esitato, ieri come oggi, a sacrificare sull'altare di loschi e squallidi interessi particolari, il benessere dei cittadini che chiedevano, ed ancora oggi chiedono ad alta voce, solo di essere amministrati! E non certo di essere schiavizzati!
Troppi i bocconi amari che abbiamo dovuto ingerire in interi decenni in cui, oltre al danno di un'invasione teleguidata dalle massonerie e dai centri di potere che si trovano al di la' delle Alpi, ci siamo dovuti pure sorbire il ricatto sotto il tallone dell'arroganza mafiosa e camorrista. Ovvero, due nefandezze con cui Roma ladrona ha da sempre tenuto sotto scacco ogni istanza di sviluppo e di riscatto di un Sud che, sotto la spinta propulsiva di ciò che è accaduto in Crimea ed in Veneto in queste ultime settimane e la voglia di indipendenza che nel frattempo sta animando la Sicilia, non può più stare a guardare e deve assolutamente decidere cosa fare.
Considerando la mentalità assistenzialista e fatalista che anima ampi strati della popolazione a sud del Garigliano, non ci possiamo fare troppe illusioni.
Ma il rischio che nel Mezzogiorno si possa arrivare a scenari simili a quelli dei paesi nordafricani (con lo sconcertante contorno delle orde di disperati che si riverseranno sulle nostre coste dopo la scellerata e sciagurata decisione di abolire il reato di clandestinità) con una guerra fra poveri di casa nostra ed altri che si sta facendo entrare in maniera assurda ed indiscriminata, e' tutt'altro che campato in aria e potrebbe innescare conseguenze sociali gravissime ed imprevedibili. Dovrebbe quindi, tale apocalittico scenario, far suonare più di un campanello d'allarme, in chi il prossimo 25 Maggio si recherà alle urne per votare il rinnovo dei membri che sederanno fra gli scranni del Parlamento Europeo, confidando in un cambiamento di rotta.
Mai come in questa occasione, le elezioni europee assumono un significato molto più forte, che non in passato. Si tratta infatti di scegliere fra chi propone questa Europa fondata sul parassitismo, i diktat provenienti da Bruxelles e Berlino, le burocrazie, una moneta unica truffaldina che ha impoverito i ceti medio-bassi, le banche e gli speculatori che oggi manifesta segnali sempre più evidenti di cedimento. E chi invece vuole un'Europa dove al centro di tutto ci siano innanzitutto i cittadini che con le loro scelte libere ed indipendenti vogliono tornare ad essere realmente protagonisti. E quindi non più schiavi e sudditi, ma artefici del loro destino senza inferenze alcune.
Chi, meglio di chiunque altro, vuole questo secondo modello di Europa, sono i movimenti indipendentisti ed autonomisti che chiedono l'Europa dei popoli liberi e sovrani. Veneti, sardi, siciliani, lombardi, ausoni: sono questi i principali riferimenti cui affidarsi alle prossime elezioni europee e la creazione di un blocco unico che possa validamente contrapporsi al marciume rappresentato dal PD e dal PDL, oltre che a partiti nauseabondi come Scelta Civica, SEL fino ad arrivare al movimento di Grillo dietro cui c'è sempre il lurido zampone massone, che propugnano invece un modello dittatoriale fondato sul pensiero unico, l'annientamento dei valori e l'agghiacciante operazione di sostituzione etnica!
Indipendentismo e sentimento avverso a questo modello di Europa, vanno a braccetto e rappresentano l'unica e seria alternativa credibile a quella che si prospetta essere come una dittatura anche peggiore di quella nazifascista e comunista messe insieme!
Ecco perché siamo stati, siamo e saremo per sempre indipendentisti ed esprimiamo la massima solidarietà e vicinanza a chi in queste ore sta ricevendo un trattamento vergognoso da parte di uno stato arrogante, accattone, mafioso e nato grazie ad una menzogna storica! Il tempo e' galantuomo ed arriverà prima o poi il giorno in cui il conto che dovrà pagare chi ci ha ridotto in questa situazione, sarà carissimo!

Francesco Montanino

Lega Sud - Ausonia

Lega Sud Notizie - Alcuni articoli e foto sono prelevati dal web come fonte di notizie. Qualora il proprietario di foto e contenuti volesse richiedere la rimozione delle stesse dal nostro sito, per motivi di copyright, potrà scriverci dal form di contatti. Entro 48 ore il contenuto sarà rimosso dal nostro blog ufficiale.

Posta un commento

 
Copyright © 2013 LEGA SUD - BLOG UFFICIALE
Design by STUDIO EREMITA 4.0 | © LEGA SUD AUSONIA