ULTIME NEWS

martedì 30 settembre 2014

SALVINI VUOLE ANDARE IN RUSSIA? FORSE È MEGLIO CHE CI MANDA IL SUO COLLEGA BUONANNO CHE HA LE IDEE CHIARE SUI GAY

L'Abruzzese Rocco Siffredi si offre per un incontro privilegiato con "Le Pen"...
Napoli (AU) - Non trascorre giorno senza che la Lega Nord non scada nel ridicolo. Per la verità avevamo, sin da tempi non sospetti, sospettato che il nuovo corso inaugurato da Matteo Salvini non ci convinceva. Ne avevamo avuto il sentore al Congresso Federale di Padova, con la svolta statalista e centralista di un partito in grande stato confusionale. Adesso puntuale è arrivata la conferma, con azioni ed affermazioni che rasentano la follia, come quelle a proposito di Borghezio e degli ammiccamenti al presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin.
Le dichiarazioni rilasciate dal nuovo leader del Carroccio al quotidiano online "Linkiesta", hanno naturalmente scatenato la reazione ironica di Gianfranco Vestuto, segretario federale della Lega Sud Ausonia: "Salvini ha evidentemente capito che fare il comico alla Grillo paga, credendo di riuscire a raccattare voti. Siamo stati alleati con la Lega Nord in varie occasioni - ha detto Vestuto - compresa quella delle recenti elezioni europee, perché c'erano delle tematiche comuni come la lotta all'immigrazione clandestina e il no all'euro, ma sentire parlare il giovane Salvini, mi auguro solo mal consigliato, di volersi presentare con una lista guidata da lui anche nel Mezzogiorno per riproporre fantomatiche Leghe Nord Calabria, Campania o Puglia, oscillando tra il nazionalismo di Fratelli d'Italia, il buonismo pro lobby gay di Berlusconi e della Sinistra, nel mentre si inneggia all'indipendentismo scozzese e basco, mi fa capire che l'ex movimento di Umberto Bossi ha perso il faro che lo ha guidato sin qui".

                             
 In merito all'idea manifestata da Salvini di far capeggiare questa fantomatica imitazione della Lega al Sud, capeggiata dal piemontese Borghezio, Vestuto va giù ancora più duro: "Si commenta da sola, visto e considerato che parliamo di un personaggio che innanzitutto proviene da una terra, come il Piemonte, che è storicamente nemica del Mezzogiorno. È ciò non fa altro che evidenziare le contraddizioni che si stanno palesando al loro interno, così come testimoniano le tante manifestazioni di consenso anche da parte di molti militanti e da alcuni loro esponenti politici, che mal vedono questa svolta "filomeridionalista" della Lega Nord, alla disperata elemosina di voti. La negazione del rispetto dei Popoli e dei Territori - ha poi continuato il leader del principale movimento indipendentista del Sud - serve solo a far capire che la Lega di Salvini si avvia a diventare un partito nazionale come gli altri e tra l'aspirante nazionalista centralista e l'originale, gli elettori orientati verso questo genere di partiti che hanno già rovinato il nostro Paese, sicuramente sceglieranno l'originale. Noi da 20 anni non abbiamo mai deviato e sappiamo bene dove stiamo andando, in maniera leale e coerente, consapevoli che la volontà di cambiamento si avrà solo con la presa di coscienza e la volontà delle genti del Mezzogiorno e che nessuno verrà mai a regalarci niente. L'indecente idea di presentare una Lega Nord al Sud, calata dall'alto, va assolutamente rispedita al mittente, perché come non mi stancherò mai di ripetere è contraria ad ogni principio basato sul vero federalismo e sulla vera libertà ed autonomia dei popoli".
 

L'ultima bordata che Vestuto rivolge a Salvini, riguarda l'annunciata visita di quest'ultimo al presidente russo, Putin. "La posizione della Lega Nord anche su temi delicati e fondamentali come la famiglia - ha osservato il segretario federale della Lega Sud Ausonia - evidenzia anche qui forti contraddizioni, visto che ieri parlava di voler tutelare la famiglia tradizionale. Mentre invece oggi si appiattisce e si allinea sulle posizioni della sinistra ed anche di Berlusconi, dal momento che anch'essa adesso si dichiara non più contro la propaganda gay, con la recente presa di posizione contro un suo collega di partito, l'europarlamentare Gianluca Buonanno. Recentemente sono stato invitato come segretario federale della Lega Sud Ausonia al Cremlino a Mosca, in qualità di relatore al Forum mondiale delle famiglie e la cosa più assurda è che non ho visto presente neppure un rappresentante della Lega Nord, nè tantomeno ho assistito successivamente qui in Italia, prendere posizione in appoggio alla giusta battaglia portata avanti dal presidente russo, contro la propaganda gay. Sarà divertente vedere come renderà omaggio a Putin, quando il discorso cadrà su questi temi. Salvini - ha poi concluso Vestuto - deve ancora dire ai suoi elettori cosa vuole far da grande...."

Francesco Montanino

Lega Sud - Ausonia

Lega Sud Notizie - Alcuni articoli e foto sono prelevati dal web come fonte di notizie. Qualora il proprietario di foto e contenuti volesse richiedere la rimozione delle stesse dal nostro sito, per motivi di copyright, potrà scriverci dal form di contatti. Entro 48 ore il contenuto sarà rimosso dal nostro blog ufficiale.

Posta un commento

 
Copyright © 2013 LEGA SUD - BLOG UFFICIALE
Design by STUDIO EREMITA 4.0 | © LEGA SUD AUSONIA