ULTIME NEWS

mercoledì 8 ottobre 2014

LA "GAYSTAPO": IL VOLTO VIOLENTO DEI RIKKIONI E DELLE LESBIKE

Più di una volta abbiamo stigmatizzato dalle righe di questo blog, gli atteggiamenti colmi di arroganza e strafottenza bellamente inscenati da una cricca di persone egoiste e viziate che assurgono, al rango di una delle tante caste che stanno asfissiando questo malandato è ridicolo paese.
La lobby gay si può considerare oggi, ed a giusta ragione, una di queste. Nei mesi scorsi la minoranza, che pretende per un non meglio precisato diritto al sovvertimento del secolare ordine naturale della progenie, aveva fatto parlare di se (e non certo in positivo, per quello che ci riguarda) per la sua ridicola ed esagerata presa di posizione contro il titolare della storica "Barilla" che aveva avuto l'ardire di dichiarare che il suo modello di famiglia ideale, era - udite udite - quello formato da uomo e donna!
Non l'avesse mai fatto! La parte più idiota e demente dell'itaglia si scaglia contro una delle eccellenze imprenditoriali di questo paese, ed ecco che lo storico pastificio, per mere ragioni di mercato, e' costretto a fare retromarcia. Ad un prodotto già svenduto di fatto agli americani, e che nel tempo ha perso quella qualità che l'ha reso famoso in tutto il mondo, si aggiunge dunque l'obbedienza forzata ad una massa di prepotenti. Restando su questo tema, la lobby dei ricchioni e delle lesbiche estende la sua longa manus anche sulla FINDUS, il colosso degli alimenti surgelati che inaugura una serie di spot vergognosi e squallidi, in cui viene dato risalto al "modello di famiglia alternativo", a scapito di quello normale. Le "4 RECCHIE in padella" sono solo la punta di un iceberg di una situazione che, come vedremo fra poco, sta letteralmente degenerando e che rischia di portare a conseguenze indesiderate.
 L'ultima prova di protervia e vigliaccheria, in ordine di tempo e sulla quale facciamo anche noi fatica a non indignarci, e' accaduta domenica scorsa, quando una pacifica manifestazione indetta in tutte le principali città dall'Associazione "SENTINELLE DI VITA" che portano avanti un modello di famiglia tradizionale è basato su sani valori, e' stata fatto oggetto di insulti e violenze da ricchioni e lesbiche, unitamente alla merda fuoriuscita direttamente dai cessi sociali! Davanti anche a tanti bambini che erano insieme ai propri genitori che stavano manifestando il loro dissenso in assoluto silenzio, quei lerci di cui avevamo poc'anzi accennato hanno pensato bene di dar vita ad una squallida contestazione!
Ciò che a noi ha sempre dato fastidio, non è la libera espressione della propria sessualità in quanto tale, che va manifestata nell'intimità e nella riservatezza di una camera da letto con chi si ama, indipendentemente dal sesso di appartenenza. Quelle persone che hanno deciso di intraprendere la strada della riservatezza e della dignità, per quello che ci concerne, meritano e meriteranno sempre e comunque il nostro rispetto. Chi invece strombazzerà in maniera pacchiana e cafona, questo suo atteggiarsi ad essere superiore rispetto a chi invece sostiene un orientamento sessuale basato sulla presenza di un uomo e di una donna, e' bene che sappia che sarà sempre e comunque messo da noi alla berlina, anche con toni duri!
Ci infastidiscono enormemente infatti sia la richiesta di contrarre un matrimonio (e già l'etimologia della parola stessa, richiama in un qualche modo l'esistenza di una madre e dunque sottintende la presenza di un'istituzione composta da persone di sesso differente) che sopratutto la pretesa delle adozioni da parte di gay e lesbiche!
In quest'ultimo caso, siamo alle prese con una lampante, oltre che ripugnante manifestazione di vero egoismo, perché facciamo davvero fatica a capire cosa abbiano di diverso ed in più, le coppie omosessuali, rispetto a quelle etero che non potendo avere per varie ragioni dei figli, sarebbero ben liete di prendersene cura, con un'adozione! E sono davvero stucchevoli, oltre che patetici, i tentativi di chi in maniera indegna e meschina prova a rigirare la frittata, affermando la solita canzonetta che le violenze sui bambini si consumano nelle famiglie etero. Quest'ultimo è un problema che sussiste e che potrebbe essere risolto, inasprendo a dovere le pene e non proseguendo e degenerando, anche qui, nella strada di un melenso, quanto inutile buonismo.
Tornando alle manifestazioni di domenica scorsa, abbiamo notato come certi luridi fogli di questo regime abbiano appiccicato addosso le etichette di "bigotti", "fascisti" ed "omofobi" a chi in maniera pacifica e silenziosa era andato li, magari con i propri figli, ad esprimere - secondo la regola più elementare del concetto di democrazia - il dissenso verso quella che sta assumendo i contorni di una vera e propria deriva autoritaria.
Possiamo parlare a giusta ragione di "GAYSTAPO", perché i metodi ricordano assai da vicino quelli adottati dai nazisti proprio contro lesbiche e ricchioni, secondo un cliché ed un'assurda nemesi storica che abbiamo già visto in questi decenni fra ebrei e palestinesi!
Proviamo ad immaginare per un secondo, cosa sarebbe accaduto, se si fosse verificato l'esatto opposto: intere trasmissioni sarebbero state dedicate a queste povere "vittime", che avrebbero strillato e ci avrebbero ammorbato in maniera isterica dai soliti talk show prezzolati, oltre che da quotidiani infestati da PENNIVENDOLI leccaculo e privi di spina dorsale. C'è da scommetterci che sarebbe partita la crociata mediatica contro chi avrebbe alzato le mani, ovvero quei cattivoni di chi crede ancora nel secolare modello della famiglia tradizionale.
Ed invece, a fare la figura dei nazisti, sono stati proprio loro: le lesbiche ed i ricchioni, cui è stata data manforte dai quei parassiti che sono i fuorusciti dei cessi sociali! Risulta alquanto bizzarro che chi in passato si è sempre lamentato del fatto che non ci fosse democrazia e tutela del libero pensiero, alla fine si sia comportato alla stregua del peggiore dei vigliacchi! Abbiamo il forte sospetto che questa lobby odiosa, oltre a pretendere di comandare ed imporre i propri nauseabondi ed inaccettabili diktat, voglia in realtà partecipare al festival degli sprechi di danaro pubblico, cui ormai stiamo assistendo da decenni.

Oggi la realtà è purtroppo questa: essere etero, ovvero credere nella famiglia normale formata da madre, padre e figlio (e non certo da genitore 1, x, 2, o altre schifezze partorite da menti autenticamente malate e deviate), sta diventando sempre più rischioso. E non solo perché la crisi ha fatto drammaticamente calare le nascite, ma anche e sopratutto perché i "diversi sessualmente", stanno dando vita a fenomeni di vero e proprio squadrismo, che credevamo fossero stati relegati e condannati dalla storia, ad un periodo buio.

Non più intellettuale ma, ed è questa la cosa più grave ed inquietante, anche fisico! Con la complicità di certa parte politica che andrebbe letteralmente rasa al suolo o comunque confinata, e di una claque di PENNIVENDOLI e pseudo intellettuali fannulloni da strapazzo che si riempie la bocca di concetti avanzati come quello della libertà, quando i loro amichetti adesso la stanno pesantemente e vergognosamente limitando! Mostrandosi per quelli che poi sono, ovvero una massa di prepotenti ed arroganti paranoici e privi di intelligenza!

Francesco Montanino

 
 

Lega Sud - Ausonia

Lega Sud Notizie - Alcuni articoli e foto sono prelevati dal web come fonte di notizie. Qualora il proprietario di foto e contenuti volesse richiedere la rimozione delle stesse dal nostro sito, per motivi di copyright, potrà scriverci dal form di contatti. Entro 48 ore il contenuto sarà rimosso dal nostro blog ufficiale.

Posta un commento

 
Copyright © 2013 LEGA SUD - BLOG UFFICIALE
Design by STUDIO EREMITA 4.0 | © LEGA SUD AUSONIA