ULTIME NEWS

martedì 28 ottobre 2014

L'ITAgLIA DEI DUE DON MATTEO

 Napoli (AU) - Un paese allo sbando, in mano ad un branco di invertebrati, fannulloni, delinquenti ed incapaci della peggiore specie. Se dovessimo trovare una sintetica ma, al tempo stesso, esauriente descrizione di cosa sia oggi l'itaglia, non crediamo di sbagliarci quando affermiamo con grande convinzione che solo questa possa essere la formula giusta.
E non potrebbe essere davvero altrimenti, considerando in mano a chi stiamo. Nel titolo dell'articolo abbiamo volutamente utilizzato quale parafrasi, il nome di una fortunata serie televisiva in onda sulla tv di stato che vede protagonista il grande attore Terence Hill: in questo ridicolo paese, oltre ai due Matteo (Renzi e Salvini), c'è anche un comico (in tutti i sensi....) alle cui spalle c'è la massoneria, ed un proprietario di televisioni commerciali che lobotomizza i cervelli delle persone con programmi insulsi e diseducativi. Ma questo è un argomento al quale comunque dedicheremo un approfondimento.
Tornando all'oggetto trattato in questo articolo, la scena politica attuale - come abbiamo anticipato - e' dominata da Renzi e Salvini, ovvero l'apoteosi dell'incapacità e dell'appartenenza a certe deleterie logiche, che in realtà esaltano un putridume politico mai spazzato definitivamente via, nonostante il ciclone Tangentopoli.

Cominciamo con l'attuale premier, ex sindaco di Firenze ed ex concorrente de "La Ruota della Fortuna". Non nascondendo un indole tipicamente giullaresca e perculatoria, Renzi sta ingannando i cittadini con una serie di promesse fasulle, a dir poco impressionante. L'ebetino ne racconta praticamente una al giorno, promettendo prima di abbassare le tasse, salvo poi ritrovarci bellamente appioppate la TASI, l'IMU aumentata e sembrerebbe anche il canone RAI che gli altri illegittimi personaggi che compongono il suo rabberciato esecutivo, vorrebbero far pagare a tutti. Compreso chi per sua legittima e libera scelta non ce l'ha o non se lo può permettere, un televisore!
Altre frottole che ci vengono raccontate riguardano la disoccupazione (quasi un giovane su due oggi è senza lavoro!!!!) e l'emergenza clandestini che pone non solo problemi di ordine pubblico, ma anche e sopratutto sanitari visto che l'ebola è una seria e concreta minaccia per la nostra salute. Contrariamente a quello che continuamente ci raccontano i prezzolati media di regime, ed in particolare quei giornalisti vigliacchi e complici che andrebbero radiati dall'albo che raccontano una realtà INESISTENTE, visto e considerato che leccano il culo dalla mattina alla sera agli esponenti di un regime mafioso e dittatoriale come questo. Oltre che illegittimo ed illegale, visto e considerato che chi ha voluto questo esecutivo risponde al nome di un Giorgio Napolitano che, costituzione alla mano, non PUÒ RICOPRIRE IL RUOLO CHE RIVESTE, perché la Costituzione negli articoli dall'83 al 91 non contempla PER NIENTE sia l'ipotesi del doppio mandato che quella della rieleggibilita'!

In un contesto fatto di gravi violazioni della democrazia e di decisioni prese CONTRO IL SUO ESCLUSIVO INTERESSE , il popolo ITAGLIANO cosa fa? Niente, non reagisce prendendolo la dove non batte il sole dalla mattina alla sera. Anzi, continua ad affidarsi ai suoi aguzzini come quel malato afflitto dalla forma più grave ed incurabile di Sindrome di Stoccolma. E questo perché proprio non riesce, anzi non vuole liberarsi da questa cappa opprimente fatta di soprusi, ingiustizie e violazioni reiterate delle più elementari norme di vivere civile e di buonsenso.
A pagare il conto, quei cittadini che hanno scoperto questo gioco sporco e che vanno avanti fra mille difficoltà quotidiane. Dovendo combattere continuamente fra un lavoro precario, se non addirittura inesistente, orde di delinquenti di tutte le specie, razze e risme che limitano ed asfissiano la nostra libertà e la nostra dignità, un sistema giudiziario orrendo con un certa magistratura marcia, infame e corrotta capace di punire le brave persone e di essere fin troppo accondiscendente con i criminali.
E leggi a dir poco vergognose che umiliano l'operato di chi, come le forze dell'ordine, e' in prima linea per assicurarci ancora un minimo di sicurezza e legalità. Non ci si stupisce affatto quando poi, parlando con un carabiniere, emergono tantissima amarezza e rabbia. "Siamo i più sottopagati ed umiliati di Europa" - sbotta senza mezzi termini, un militare dell'arma con il quale ho scambiato alcune battute al recente vertice ASEM a Milano. E come dargli torto, visto e considerato che quando accadono episodi come quello di Napoli, carabinieri e poliziotti subito vengono sbattuti in prima pagina e trattati alla stregua di mostri? Salvo poi dimenticarsi il loro sacrificio ed il loro spirito di servizio quando la mafia decide di far fuori Giovanni Falcone e Paolo Borsellino!

C'è gente, in questo ridicolo paese, che ha un concetto di ordine pubblico a dir poco singolare, visto che prima starnazza a più non posso contro chi si porta a casa poco più di 1.000 euro al mese, a costo anche della vita, e poi pretende pure di essere servita e riverita.
Nel paese governato da Renzi, questa però è la regola. Perché stiamo parlando infatti di un premier che più di farsi i selfie e non spiccicare nemmeno una mezza parola che sia una di inglese, non riesce! Un vero e proprio pagliaccio, (in)degno erede di un certo cavaliere di Arcore che muove i fili dell'altro Matteo. Quello che sbandiera il sole delle Alpi, invocando concetti nobili ed alti come la secessione ed il federalismo, salvo poi smentire se stesso e questi due ideali strizzando l'occhio al centrodestra, magari aspirandone nemmeno troppo segretamente a diventarne un domani il suo leader quando Berlusconi finalmente deciderà di andare a godersi la sua pensione dorata!
Una storia particolare, quella di Matteo Salvini. Salito agli onori delle cronache per qualche coretto da stadio di troppo e per le sue avventure ad alta gradazione alcolica, e' stato eletto segretario federale di quel che resta della Lega Nord, non più tardi di 12 mesi fa.

Gli esordi promettevano bene, perché Matteo 2 sembrava finalmente abbracciare quell'idea di un coordinamento vero e serio fra i tanti movimenti autonomisti ed indipendentisti sparsi sulla penisola. Cosa che ci ha fatto accettare di buon grado l'idea di un'alleanza per le europee, poiché i temi proposti ci trovavano e ci trovano ancora oggi tutto sommato d'accordo. Lotta all'immigrazione clandestina e proposizione di un tipo di Europa diametralmente diversa da quella attuale fanno parte anche del nostro programma e della nostra visione politica.
Terminata però questa breve fase di sinergia ecco che, come avevamo già preconizzato e sospettato all'indomani del Congresso Federale di Padova, le strade sono tornate a dividersi perché la Lega Nord ha intrapreso una disgustosa ed ignobile svolta statalista. Alla faccia di quei tanti militanti (cui va ed andrà sempre e comunque la nostra toltale solidarietà) che ancora credono al sogno di essere liberi dalle catene centraliste itagliane e che invece sono stati letteralmente presi in giro, perché il proprio movimento ormai appare la copia (mal riuscita ed anche assai sbiadita, a dire il vero) di quell'arroganza nazionale di (s)fascista memoria!

Viste queste premesse, non potevamo non esimerci dal continuare a seguire in maniera logica e coerente la nostra strada indipendentista ed in assoluta contrapposizione al dittatoriale stato ITAGLIANO! Continuiamo a ritenere che l'idea di Salvini di calare dall'alto una Lega Nord alle nostre latitudini non solo contraddice gli stessi crismi del vero federalismo perché ciascun popolo deve essere padrone in casa propria. E dunque esprimere in maniera libera ed autonoma una propria classe dirigente che ne sappia evidenziare la voglia di riscatto e di sviluppo da interi decenni di clientelismo, assistenzialismo, mafia e degrado.
Ma appare in realtà una vera e propria operazione elettorale, con cui magari provare a raccattare qualche voto per tenersi ancora saldamente incollati alle cadreghe romane, puntando sul malcontento che strati sempre più ampi della popolazione meridionale stanno iniziando ad esprimere nei confronti del regime di Roma ladrona!
A distanza di mesi, ancora non abbiamo capito cosa voglia fare da grande Salvini: ribadiamo ancora una volta che a nostro avviso, indipendentismo padano e nazionalismo itali(di)ota non potranno mai andare d'accordo, ed anzi ci sembra che l'attuale establishment leghista voglia piuttosto cercare di far rientrare in un alveo centralista, anche la rabbia ed il desiderio di affrancarsi da uno stato canaglia come quello ITAGLIANO!
Non può affatto essere credibile e coerente una Lega Nord che prima dice di sostenere scozzesi e catalani nella loro legittima battaglia di libertà, salvo poi amoreggiare con il Cavaliere che a sua volta sostiene l'ebetino Renzi. Evidentemente, gli ordini provenienti da Arcore (che detiene come sappiamo il simbolo del Carroccio, come abbiamo avuto modo di evidenziare in un altro nostro articolo) sono stati chiari, anche per quel che riguarda la spinosa questione della lobby gay.
Facciamo davvero fatica a capire anche qui quale sia la posizione di Salvini: a fianco della famiglia, così come sembrerebbe di evincere dalla foto ricordo che lo ritrae con il premier russo Vladimir Putin, oppure quella in cui quasi difende la mefitica greppia rikkionesca, bacchettando il suo collega europarlamentare, Gianluca Bonanno che ha avuto l'ardire di non mandargliele certo a dire a chi utilizza metodi similnazisti per affermare un modello sociale squallido e che distrugge alla base valori secolari?
In attesa di ricevere una risposta in tal senso dal diretto interessato, la conclusione finale cui arriviamo e' amara. Perché un paese dove mancano progetti seri e concreti, oltre che ritrovati orgoglio, dignità e senso della giustizia, e' destinato in un modo o in un altro a sprofondare. Colpa di Matteo 1 e 2, e di quegli imbecilli che ancora li credono e li votano!

Francesco Montanino

Lega Sud - Ausonia

Lega Sud Notizie - Alcuni articoli e foto sono prelevati dal web come fonte di notizie. Qualora il proprietario di foto e contenuti volesse richiedere la rimozione delle stesse dal nostro sito, per motivi di copyright, potrà scriverci dal form di contatti. Entro 48 ore il contenuto sarà rimosso dal nostro blog ufficiale.

Posta un commento

 
Copyright © 2013 LEGA SUD - BLOG UFFICIALE
Design by STUDIO EREMITA 4.0 | © LEGA SUD AUSONIA