ULTIME NEWS

domenica 2 novembre 2014

LA BASILICATA SVENDUTA AL GOVERNO RENZI E ALLE MULTINAZIONALI DEL PETROLIO

Le carriere degli esponenti del PD lucano che coprono ruoli nazionali ed internazionali sono la contropartita per il decreto Sblocca Italia che devasterà la regione Basilicata con il raddoppio dei pozzi petroliferi, i rifiuti e lo spopolamento. E’ inutile girare intorno, coloro che hanno svenduto e stanno svendendo la Basilicata al governo Renzi, alle multinazionali del petrolio e alle lobby dei rifiuti hanno un nome e cognome. Sono tutti esponenti del PD lucano che, come contropartita, stanno ottenendo posizioni di potere e di carriera che sono sotto gli occhi di tutti.

L’intera operazione sta avvenendo sulla pelle dell’intera Basilicata e di tutti i lucani. Tutti gli indicatori ufficiali testimoniano che la Basilicata sta sprofondando verso livelli economici, sociali e di povertà pari ai paesi del Terzo mondo. Ma non è finita, la questione più drammatica è che in tutto questo le estrazioni petrolifere e lo smaltimento scorretto dei rifiuti stanno producendo danni terrificanti sul piano ambientale e sulla tutela della salute pubblica. Anche in questo caso i dati evidenziano che nella regione Basilicata stanno aumentando fortemente le patologie tumorali dovute principalmente all’inquinamento delle falde acquifere e dell’atmosfera.

L'europarlamentare del PD Gianni Pittella con il fratello Marcello Pittella governatore della Basilicata

Davanti a questo drammatico scenario è arrivato il decreto Sblocca Italia di Renzi che vuole
raddoppiare le estrazioni di petrolio in Basilicata scavalcando la Regione e acquisendo tutti i poteri decisionali nelle mani del governo nazionale.
Ci piacerebbe capire la posizione dello S-governatore Pittella che, da un lato mette in atto il classico pianto del coccodrillo e fa finta di minacciare Renzi, mentre dall’altro lato continua a supportarlo.  Una vergognosa ambiguità e un doppiogiochismo del presidente della Regione e del PD lucano, insopportabili, considerando che il presidente del Consiglio è del loro stesso partito. Marcello Pittella si rivolgesse a Bubbico e De Filippo, a suo fratello Gianni, a Roberto Speranza, sono tutti personaggi di primissimo piano nazionale che se vogliono tutelare la Basilicata hanno la forza e la possibilità per farlo. Se non lo fanno, o sono d’accordo con Roma, o sono ricattabili perché hanno condiviso dei ricchi patti di interesse per ottenere gli incarichi nazionali e internazionali che coprono e gli fa comodo stare zitti e far finta di niente.


A volte ci sembra vera l’affermazione secondo cui si dice che i peggiori nemici del Sud sono proprio al…Sud! Ma nemici della nostra Terra lo sono anche quelli che votano ancora questi politici sempre più simili a vermi.
 
red LSA

 

Lega Sud - Ausonia

Lega Sud Notizie - Alcuni articoli e foto sono prelevati dal web come fonte di notizie. Qualora il proprietario di foto e contenuti volesse richiedere la rimozione delle stesse dal nostro sito, per motivi di copyright, potrà scriverci dal form di contatti. Entro 48 ore il contenuto sarà rimosso dal nostro blog ufficiale.

Posta un commento

 
Copyright © 2013 LEGA SUD - BLOG UFFICIALE
Design by STUDIO EREMITA 4.0 | © LEGA SUD AUSONIA