ULTIME NEWS

venerdì 20 febbraio 2015

PACCIONE (LEGA SUD AUSONIA): “NON SIAMO LA LEGA NORD!”



Mola di Bari (AU) – Il processo di rinnovamento e di sviluppo del Sud passa anche per il comprensorio barese. Una delle aree tradizionalmente più importanti del Mezzogiorno, e da sempre crocevia nella storia della nostra terra, sta vivendo sulla propria pelle le conseguenze della crisi stabilita a tavolino da lobby e potentati.

La speranza di cambiamento e di affrancamento da vecchie logiche stataliste e centraliste passa però per i giovani, oltre che per la valorizzazione delle infinite ed immense risorse esistenti.

Ne abbiamo parlato con il coordinatore provinciale di Bari della Lega Sud Ausonia, Pasquale Paccione che da quasi un anno si è esposto in prima persona per dare una svolta al proprio territorio.

E’ possibile tracciare un primo bilancio su questi mesi di attività nel comprensorio barese, come coordinatore provinciale?

Sicuramente è molto positivo – afferma Paccione – perché la gente risponde bene ed il trend è in crescita. Inizialmente c’è stata diffidenza e questo era legato anche al fatto che in tanti ci confondevano con la Lega Nord di Salvini. Poi una volta che però abbiamo spiegato bene chi siamo e cosa facciamo, molte persone si sono avvicinate a noi ed hanno abbandonato la ritrosia che avevano. In tal senso, posso ribadire ed affermare con convinzione che non siamo e, fortunatamente, non abbiamo nulla a che fare con la Lega Nord!”

A proposito del Carroccio, che idea ti sei fatto della svolta statalista e centralista che si è concretizzata con questa operazione elettorale al Sud, buona solo per raccattare voti e consensi a destra?

“Ho trovato l’iniziativa di Salvini davvero assai squallida e spiego anche il perché. Al Sud abbiamo persone in gamba e molto capaci, e non abbiamo certo bisogno di un “padano”, inteso come uno che non abbia alcun tipo di radici con la nostra terra, quale portavoce delle nostre legittime esigenze. Per fare un esempio che mi sta a cuore, è come se in una famiglia la figura del padre che ne rappresenta il capo viene annullata dal primo estraneo che vi si ospita. Il nostro leader deve essere espressione del nostro territorio, per rendere chiara l’idea”.

Parliamo di azioni concrete. Quali sono le iniziative che state preparando in vista della ormai imminente campagna elettorale nel comprensorio barese?

“Innanzitutto la tutela del nostro territorio, valorizzando il potenziale esistente e restituendo lustro e dignità anche ai cittadini. Per far ciò, intendiamo puntare su enogastronomia locale, ambiente, con un’attenzione rivolta al tessuto imprenditoriale, ed in particolare ad artigiani e commercianti che vanno ascoltati. Poi anche l’agricoltura e la pesca rivestono un ruolo fondamentale nel processo di sviluppo della nostra area”.

Sin dall’inaugurazione della tua sede, hai dichiarato di voler puntare sui giovani.

“Esattamente. Non vogliamo che siano costretti ad abbandonare la nostra terra, perché riteniamo che possano essere un importante punto di riferimento su cui costruire il futuro. Stiamo pensando ad una serie di iniziative che mirano a riscoprire le antiche arti ed i mestieri di una volta, attraverso un processo formativo”.

Per finire, parliamo dell’emergenza immigrazione: qual è la situazione dalle vostre parti?

“Anche qui il problema è particolarmente sentito. Di certo, non condivido affatto il comportamento di uno stato come quello italiano che si permette di dare priorità agli immigrati clandestini, dando loro vitto, alloggio e finanche contributi in denaro, senza preoccuparsi invece dei nostri concittadini che versano in gravi difficoltà economiche, violando quei diritti che pure questa Costituzione prevede. Sottolineo che non ho nulla contro gli extracomunitari, ma trovo assolutamente ingiusto che un cittadino italiano venga discriminato in questo modo. Senza poi dimenticare che è inaccettabile che molti di questi immigrati che vengono qui, non rispettino il loro status di ospiti ed anzi addirittura si arroghino il diritto e la pretesa di comandare a casa nostra! E tutto questo – conclude Paccione – senza che certa classe politica faccia concretamente qualcosa per arginare questo fenomeno!”

 

                                                                       Francesco Montanino

                                                                                                               

 

Lega Sud - Ausonia

Lega Sud Notizie - Alcuni articoli e foto sono prelevati dal web come fonte di notizie. Qualora il proprietario di foto e contenuti volesse richiedere la rimozione delle stesse dal nostro sito, per motivi di copyright, potrà scriverci dal form di contatti. Entro 48 ore il contenuto sarà rimosso dal nostro blog ufficiale.

Posta un commento

 
Copyright © 2013 LEGA SUD - BLOG UFFICIALE
Design by STUDIO EREMITA 4.0 | © LEGA SUD AUSONIA